Derry’s Niùs: Viva la bonifica

“To be or not to be... Wait! Maybe is it to have? Fair is foul and foul is fair, therefore: who cares!?” (Essere o non essere... Aspe’! Fosse ca fosse il verbo avere? Ma tanto non saccio manco più distinguere il bello dal brutto, il buono dal giusto, e quindi: ‘sti cazzi!?) Dubbio amletico e … Continua a leggere Derry’s Niùs: Viva la bonifica

Annunci

Derry’s Niùs: Piccolo Spazio Pubbliscità

“Tanta merda!” Questo era l’augurio che si dava agli attori ai tempi in cui si usava la carrozza per andare a teatro: tante palle fetenti, tanti cavalli, tanti spettatori. La cacca come auspicio di miglior fortuna. Perciò al bravo pubblicitario del grattaeritenta è bastato guardare indietro nel tempo ed ecco che la tassa sulla povertà … Continua a leggere Derry’s Niùs: Piccolo Spazio Pubbliscità

Derry’s Niùs: Ha stato ìsso

(segue da qui) Anelanti, criptocamminanti, conversi marrani e morischi, convertiti e convertibili. Tanti erano coloro i quali gravitavano attorno alla nuova fede panteistica differenziata. Tanti e ancor di più gli infedeli, schiavi della dottrina di Io del Dio Steekatzee, e tanti e tanti ancor e ancora gli apostati, liberti tornati alla sòma egoriferita, indifferenti e … Continua a leggere Derry’s Niùs: Ha stato ìsso

Derry’s Niùs: Stige e Acheronte, Cocito o Flegetonte

La cripta era chiusa da una pesante pietra bianca, scolpita in un fine bugnato che la faceva sembrare più una catasta di cassette per mozzarelle che il sigillo dell’inizio di un percorso di conversione spirituale. Eravamo giunti a una svolta, un paradigma diverso era alle porte. Saremmo dovuti passare tutti al nuovo credo: dal Dio … Continua a leggere Derry’s Niùs: Stige e Acheronte, Cocito o Flegetonte

Wherever I lay my hornes that’s my home

In principio furono gli inni delfici, Euripide, Sicilo col suo epitaffio e poi scava e scava e scopri che la prima notazione musicale mai licenziata nella storia pare non fosse ellenica ma babilonese, una non meglio definita “canzone” incisa in caratteri cuneiformi su una tavoletta d’argilla ritrovata nell’attuale Siria. Ère mesopotamica e greca, due fra … Continua a leggere Wherever I lay my hornes that’s my home

Derry’s Niùs: Cartolinizzazioni

Che in quella città si stia un po’ in ritardo nella percezione del significato di “nuove tecnologie” si evince dal fatto che i produttori di cartoline siano convinti di smerciare immagini tridimensionali. In primis la concezione di stampa in 3D è una roba di cinquant’anni fa che non ha mai funzionato granché, mera illusione ottica … Continua a leggere Derry’s Niùs: Cartolinizzazioni