Wherever I lay my hornes that’s my home

In principio furono gli inni delfici, Euripide, Sicilo col suo epitaffio e poi scava e scava e scopri che la prima notazione musicale mai licenziata nella storia pare non fosse ellenica ma babilonese, una non meglio definita “canzone” incisa in caratteri cuneiformi su una tavoletta d’argilla ritrovata nell’attuale Siria. Ère mesopotamica e greca, due fra … Continua a leggere Wherever I lay my hornes that’s my home

Annunci

Dopa Mina

Mina mi stava antipatica. In TV vedevo solo una donna altera, distante e seriosa. Mia mamma, sua coetanea, era decisamente più bella e simpatica. All’età di cinque anni forse ero un po’ troppo giovane per apprezzare ‘ste cose, tant’è vero che mi ci vollero ancora sei stagioni (televisive) per incunearmi nel sentiero. Da “Zum zum … Continua a leggere Dopa Mina

Ricominciassimo

Da oggi si cambia musica, o meglio, si cambia “filosofia” nel postare articoli. Diciamo che il sottotitolo del blog ora dovrebbe essere “Pensieri sparsi, musica e tamburi”, nell’ordine decrescente che l’importanza di questi fattori hanno nell’animo di chi scrive. Ovvero mi va di uscire dalla monotematicità degli articoli musicali, un po’ perché mi sembra di … Continua a leggere Ricominciassimo

Del Progressive le magnifiche sorti e progressive

Sembrava fossi appassionato dei Genesis, finché da adulto scoprii di aver dimenticato quasi tutto fra titoli, melodie, nomi, cose, città, animali, eccetera. Brutto affare per un fan, evidentemente ero un falso positivo (ma col tempo ho recuperato tutto il piacere dell’ascolto di quei dischi, complice la recente rimasterizzazione della discografia Gabriel/Hackettiana dei Nostri). Nell’Italietta provinciale … Continua a leggere Del Progressive le magnifiche sorti e progressive

‘A livella scatologica

L’amore romantico è tutta fuffa. Lo dice Frank Zappa (Le canzoni d’amore sono una truffa che perpetua una menzogna ai danni di ragazzini innocenti. Credo che la ragione della cattiva salute mentale degli americani dipenda dal fatto che la gente sia cresciuta ascoltando canzoni d’amore), lo dice Joni Mitchell (L’amore romantico non esiste. È un … Continua a leggere ‘A livella scatologica

Ancora su improvvisazione e barattoli sonori

L’ascolto di musica per percussioni “off the beaten path” come quella relativa al precedente articolo postato su questo blog fa riflettere sul rapporto fra tecnica – tradizione – innovazione. Lo stile di Luca Gazzi, il musicista in questione, esula da ogni accademismo o tradizione. Il suo è pur sempre un assemblaggio di percussioni che siamo … Continua a leggere Ancora su improvvisazione e barattoli sonori