Derry’s Niùs: Sesso sulla rete

La rete è il principale mezzo di comunicazione di massa.
Messa così fa un po’ impressione, soprattutto per quella minoranza che da tempo si sente più o meno al sicuro dalle menzogne dei media tradizionali, ormai manifesti manipolatori dell’opinione pubblica.
Se la rete è il mass media per eccellenza allora si può tranquillamente supporre che la tignosa élite, ovvero la genta riccherrima che detiene le leve, i bottoni, gli stantuffi e i paduli del potere, abbia in qualche modo pensato a come sfruttare il tutto ai soliti fini, i propri: elevare il concetto di manipolazione delle coscienze a un livello superiore quanto inafferrabile ai più.
Chi ci assicura che il cervello delle genti sedicenti consapevoli non sia in qualche modo condizionato dall’uso quotidiano e ossessivo della rete?
Non è forse vero che recenti ricerche scientifiche abbiano stabilito che l’eccesso di esposizione alla virtualità faccia assuefare, appagare e abbastare al pari delle relative esperienze omologhe nel reale?
E quindi quali sono i rischi de (prendiamo una cosa a caso) la facilità con cui si può accedere alle cose zozzissime online? (Ché col sesso in rete si sa che poi la rete scricchiola come fosse sesso vero e non virtuale, però per ovviare a questo problema si possono pendere le dovute precauzioni suggerite alla fine di questo pippone – ehm).
Che cosa vogliono dire gli accessi record a vari social networks come Pipper, Zizzagram, Fìccanet, Feisbur e YouTurb vari se non l’abbrivio alla vittoria finale dei padroni del mondo?
In sintesi: più pili si sbirciano in rete e più i pili si diradano nella vita vera (e non perché ormai è tutta una deforestazione incontrollata: è che la Gestalt della fregna virtuale va a schiavardare la tostaggine fisica nel reale, ne duole il desiderio).
Ecco allora applicata a latere la teoria malthusiana dello sfoltimento della popolazione, paro paro come vogliono i suddetti vincitori della lotta di classe, le élite, appunto: “Poveri e affini, homini di frode, fango, schifezza di Bisanzio! Popolo che sei ‘na monnezza! Vèni qui che t’azzanno, maladetto! Anzi no, statti lontano ché puzzi e ammàzzati da solo, estinguiti manus tuae!”.
Alla faccia dell’ “Io navigo in rete e non guardo la televisione e quindi non mi faccio manipolare, tsk”.
Invece pure la rete vi manipola, eccome, vi manipola talmente tanto che alla fine vi manipolate da soli (e poi dice che non è vero che a forza di farsi le manipolazioni uno diventa cieco: ‘sti cazzi di smartfons saranno pure sempre iperconnessi ma ci hanno gli schermi così piccoli…).
La soluzione è usare la rete con parsimonia e tanta consapevolezza, perché la rete è comoda ma, come testé dimostrato, perniciosetta.
E se proprio volete evitare altri impicci, tipo i cigolii succitati relativi alla rete usata per fini zozzosi, pure sarebbe il caso di cambiarla con una nuova rete 2.0, possibilmente una di quelle reti fatte a doghe di legno ché così fa meno rumore quando vi manipolate di notte e il vicino vi bussa al muro credendo chissà quali zompi state a fa’ ma non sa poverino che in realtà è tutta una cosa autoprodotta, soliloquiale, velleitaria perché ormai siete caduti nella rete del sesso in rete che obnubila menti e piselli ma il vicino è anziano e non tiene accesso alla rete se non per nascondervi i giornaletti sporchi proprio lì sotto al materasso e quindi che ne sa ma essendo anziano non intosta più e quindi sta nella pace degli angeli e il fatto che bussa è pure per invidia però, dico però, la rete che avete cambiato, quella vecchia, quella metallica, non buttatela ‘ndo cojo cojo ché per quello ci sta il centro di raccolta dei rifiuti ingombranti che è pure aggratis ma quante volte ve lo devo di’?
Zozzoni

Derry rete

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...