Er Tango?

Stratosferico come al solito il Chucho Valdés, stavolta impegnato in un concerto tributo alla sua storica formazione AfroCuBop, gli Irakere.
Nel video è tagliata la parte introduttiva in cui il pianista racconta di come sia inusuale, nel repertorio del gruppo, la scrittura di un tango che infatti, ipse dixit, è un tango congo, un tango cubano, un tango timba, un tango blue, un tango tango…
In effetti c’è un sacco di roba dentro ‘sto tango che, va detto però, come “tango tango” è un po’ lontano dalla scrittura piazzolliana.
Mi viene in mente un ricordo di Gigi Proietti che, assistendo al primo concerto romano di Astor Piazzolla e aspettandosi quello stile musicale allora veicolato esclusivamente dalle balere, dopo tre quarti d’ora sbottò dicendo: “Ahó, bello è bello eh, ma er tango, quanno ce o fa er tango?”.
Ecco, il tango dei cubani è un po’ così però è suonato da Dio e dentro c’è veramente un universo mondo di musica.
Quattro generazioni di musicisti sul palco, i più giovani presentati come i migliori che la Isla Grande abbia mai avuto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...